psicologo giuridico psicologo forense psicologia giuridica consulenza tecnica di parte Fermo Cupra Marittima

Quando rivolgersi ad uno Psicologo Giuridico?

ll contributo dello Psicologo Giuridico nel mondo del diritto può essere richiesto, nell’ambito di un procedimento giudiziario sia Civile che Penale, dall’ Avvocato, dal Giudice e dal Pubblico Ministero.

Se l’incarico è conferito dal Giudice, lo psicologo svolge la funzione di esperto in qualità di Consulente Tecnico di Ufficio (CTU) o Perito. Se è conferito dall’Avvocato svolge la funzione di Consulente Tecnico di Parte (CTP) e infine, se l’incarico giunge dal Pubblico Ministero, esercita la mansione di Consulente del Pubblico Ministero.

Gli ambiti d’intervento dello Psicologo Giuridico sono:

In ambito civile :

Affidamento di minori nei casi di separazione 

Idoneità all’adozione nazionale ed internazionale

Valutazione ed eventuale quantificazione del Danno biologico di natura psichica

Interdizione e inabilitazione

Capacità di disporre del testamento o della donazione

Rettificazione di attribuzione di sesso e modifica anagrafica

In ambito penale: 

Capacità di intendere e di volere e pericolosità sociale

Abuso sessuale e maltrattamento sui minori

Idoneità mentale a rendere testimonianza

Circonvenzione di incapace

Quando il Giudice dispone una C.T.U. nell’ambito di un procedimento penale o civile i soggetti in esso coinvolti hanno diritto a nominare un Consulente Tecnico di Parte (CTP) di loro fiducia, tramite il loro avvocato.

Nell’ interesse della parte è bene scegliere un CTP che abbia un’adeguata formazione, teorica e pratica in Psicologia Giuridica, oltre che un costante aggiornamento professionale.

Cosa fa il Consulente Tecnico di Parte (CTP)?

Il CTP partecipa attivamente alle operazioni peritali dove svolge delle funzioni molto importanti:

  • segue passo dopo passo le operazioni peritali e controlla l’operato del CTU in modo da garantirne la correttezza metodologica
  • guida e supporta il proprio cliente per affrontare la valutazione peritale in maniera più efficace aiutandolo a comprendere quanto accade, chiarendo i suoi dubbi e contenendo le sue ansie 
  • interagisce e si confronta con il CTU ponendo domande, proponendo osservazioni, suggerimenti e ipotesi alternative che possono consentire una più puntuale valutazione del caso
  • contribuisce, per quanto possibile, a stabilire un clima di collaborazione con il CTU
  • alla fine della CTU redige una relazione  con le proprie conclusioni convergente o divergente con la valutazione del CTU, in modo da consentire al Giudice una visione più ampia della vicenda prima della formulazione del giudizio.

HAI BISOGNO DI UN CONSULENTE TECNICO DI PARTE IN AMBITO CIVILE O PENALE? CONTATTAMI PER UN PRIMO APPUNTAMENTO.

ASCOLTERO’ LA TUA NECESSITA’ E ANALIZZERO’ LA TUA SITUAZIONE PER GUIDARTI VERSO LA SOLUZIONE MIGLIORE.