Ogni giorno, tutti noi, valutiamo il nostro e altrui comportamento. In famiglia, a scuola, sul lavoro, per strada…Il più delle volte si tratta di valutazioni libere, “alla buona”, basate su ciò che abbiamo appreso durante la nostra vita. E’ quel che chiamiamo senso comune, un modo con cui valutiamo i comportamenti umani. E lo psicologo come valuta un comportamento? Lo psicologo valuta, comprende e interviene sul comportamento non attraverso il senso comune bensì con l’ uso di metodi scientifici. Nella storia della psicologia molti studiosi hanno contribuito in modo significativo alla comprensione del comportamento umano.

Tra questi, solo per citarne alcuni, il padre della psicoanalisi S. Freud, ha ipotizzato che i nostri comportamenti non sono totalmente controllati dalla volontà, aprendo così un vasto campo di indagine. C. Rogers,  padre della psicologia umanistica e del counseling, ha evidenziato che gli esseri umani sono dotati di un buon potenziale di crescita e che l’ambiente può favorire o ostacolare questo processo. Negli Stati Uniti, all’inizio del ventesimo secolo, J.Watson, fondatore del comportamentismo, ha sottolineato che non basta usare solo l’intuizione e le opinioni per comprendere il comportamento umano bensì è lo studio scientifico del comportamento lo strumento che ci offre una conoscenza più affidabile dello stesso.

Alla luce di quanto detto, qual’è il ruolo della psicologia e che importanza ha nella vita quotidiana? Oggi le conoscenze sul comportamento umano e gli strumenti offerti dalla psicologia trovano applicazione in tutti i contesti della vita quotidiana nei quali ci si occupa del benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità.

La psicologia è presente in numerosi ambiti come quello educativo, dove offre il suo prezioso contributo nella gestione dei conflitti e nel miglioramento del potenziale di apprendimento dei ragazzi. Negli ospedali, negli studi dei medici di medicina generale, per promuovere salute e benessere. Nelle aziende, per favorire i rapporti e migliorare la qualità della vita sui posti di lavoro. Nei tribunali e nelle carceri, per aiutare giudici ed avvocati a capire la complessità del comportamento umano e per supportare i detenuti nel loro percorso di riabilitazione. E’ presente in ambito sportivo,  in quello delle emergenze e nello studio dell’architetto, per aiutarlo a costruire spazi funzionali, piacevoli e vicini ai gusti dei clienti. Insomma, la psicologia è presente in ogni attività umana e la società odierna sta prendendo sempre più coscienza della sua ampiezza ed importanza. Importanza che avrà fine solo quando non ci saranno più esseri umani.

Dott.ssa Caterina Di Palma